La linea aria del sistema iperbarico: è un po’ come il nostro sistema circolatorio!

Attraverso il racconto delle storie dei nostri pazienti e grazie alle indicazioni dei nostri medici avete la possibilità di conoscere le patologie in cui viene impiegata l’ossigenoterapia iperbarica, potete conoscere le sperimentazioni e le avanguardie in cui questo tipo di cura è associata a protocolli tradizionali. Oggi inauguriamo una rubrica un po’ particolare sul nostro sito: ogni due settimane vi racconteremo qualcosa in più, qualcosa di tecnico e particolare che riguarda la camera iperbarica, il suo funzionamento, le parti che la compongono ecc ecc.
Abbiamo pensato che conoscere qualche caratteristica in più di questa enorme macchina potesse interessarvi e, nel caso foste un po’ in ansia prima di iniziare la vostra terapia…rassicurarvi!
Curiosi di capire come funziona un impianto iperbarico e come riusciamo a fornirvi un ambiente per effettuare terapie sicure, confortevoli e prive di rischi?
Oggi iniziamo a conoscere in generale gli apparecchi che compongono la linea Aria del sistema iperbarico

aria_camera

Questa linea è paragonabile al sistema circolatorio del corpo umano.

Quando è in funzione, la camera iperbarica viene compressa ad una pressione di 2,5 ATA (1,5 atmosfere in più rispetto al normale) e per farlo si utilizza dell’aria compressa. Questo tipo di aria viene chiamata Aria Medicale perché a differenza dell’aria presente nell’ambiente esterno questa è trattata e purificata così da essere priva di impurità.

Il cuore dell’impianto è formato da due compressori: questi spingono l’aria nei serbatoi di stoccaggio, da essi si passa per un filtro (come i nostri polmoni filtrano e umidificano l’aria), un essiccatore e infine in una macchina chiamata Zander che provvede alla rimozione totale di particelle e gas inquinanti (come i nostri reni che espellono dal corpo le impurità!)

Ora l’aria è di qualità ed è pronta per entrare nella camera iperbarica dove porterà alla quota terapeutica i pazienti che stanno per iniziare la terapia.

Ora che avete scoperto come funziona in generale la camera iperbarica, possiamo scendere pian piano a conoscerne meglio le parti: tra un paio di settimane vi racconteremo qualche curiosità in più!



Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi