Da normale a medicale: ecco come la semplice aria presente nella nostra atmosfera diventa quella della camera iperbarica

Oggi vi parleremo nel dettaglio di una piccola parte delle attrezzature tecniche che coampongono il centro iperbarico ma che sono indispensabili per il suo funzionamento.

Come vi abbiamo raccontato la scorsa volta, la terapia iperbarica si svolge, appunto, dentro le camere iperbariche dove viene aumentata la pressione attraverso l’immissione di aria. L’aria che usiamo è quella che tutti noi respiriamo in continuazione ma alcune normative europee in particolare la UNI EN ISO 7396-1 regolamenta i gas cosiddetti medicinali, cioè quelli usati sui pazienti e prevedono che l’aria “normale” venga trattata in modo da diventare aria medicale.

Aria normale   Aria medicale
aria1 aria2

Come vedete nella prima figura, l’aria che respiriamo è composta per la maggior parte da Azoto (N2) e Ossigeno (O2) ma sono presenti molti altri elementi “inquinanti” e che derivano dalla combustione o, come la polvere, sono semplicemente presenti ovunque.
aria3

 

I nostri macchinari ricevono l’aria esterna dai compressori, poi per eliminare qualsiasi componente sgradito, passa prima attraverso un Essiccatore Beko a ciclo frigorifero e poi attraverso un filtro Zander.

 

 

 

Tra i due apparecchi il più interessante è sicuramente il filtro Zander. È composto da diversi serbatoi che svolgono due funzioni. Prima puliscono l’aria compressa dalla polvere, dal sudiciume, dalle goccioline d’olio e acqua; poi mettono in atto un secondo processo di essiccamento a due stadi: uno per assorbimento l’altro per rigenerazione. Infine c’è un ultimo filtro che blocca qualsiasi particella derivante dallo sfregamento dell’aria quando attraversa l’agente essiccante.

Il filtro Zander- fronte Il filtro Zander- retro
aria4 aria4b

L’aria, arrivata a questo punto, ha percorso quasi 50 metri di tubature e innumerevoli raccordi, è stata portata a quasi 10 atmosfere, ripulita da qualsiasi impurità, deumidificata e finalmente è “ufficialmente” diventata aria medicale.
Ora è pronta per entrare in camera iperbarica ed essere respirata da tutti i nostri pazienti durante la terapia.

 



Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi