Linfoma della cute con ulcere della pelle: oltre la fototerapia, un ciclo di ossigenoterapia iperbarica può aiutare il fratello di Anita?

Salve dottoressa,

tutto è iniziato quando a mio fratello sono comparse alcune lesioni sulla pelle che sembravano un eczema o un’infezione. In realtà dopo essersi rivolto al medico di base e a uno specialista, hanno scoperto che si tratta di un linfoma della cute.
Mi chiedevo se oltre alle alle cure che sta seguendo: fototerapia e una a base di Imiquimod l’ossigenoterapia possa essere utile per farlo stare meglio.

Spero possa aiutarmi ad aiutarlo

Cordiali saluti

 

Anita



Una risposta a “Linfoma della cute con ulcere della pelle: oltre la fototerapia, un ciclo di ossigenoterapia iperbarica può aiutare il fratello di Anita?”

  1. Nadia Franchini on

    Risponde la dott. Nadia Franchini,
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna,
    Specializzazione in oncologia Università di Bologna
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 10362

    Cara Anita,
    la patologia che interessa suo fratello è una forma abbastanza rara di linfoma; il più frequente fra i linfomi che originano dalla cute è la micosi fungoide, che origina dai linfociti T.
    Tuttavia non mi ha specificato di quale tipo istologico si tratti, né dello stadio della malattia, cioè della sua diffusione.
    Abbastanza frequentemente queste lesioni vengono scambiate per eczemi o infezioni e questo può ritardare in modo significativo la diagnosi. Pare che l’origine sia da ricercare in disordini del sistema immunitario e questa è la ragione per cui uno dei farmaci impiegati è appunto l’Imiquimod, un farmaco biologico che induce una risposta immunitaria contro le cellule colpite dal tumore. Altri provvedimenti prevedono la radioterapia, la fototerapia, che utilizza i raggi UV, la chemioterapia e in casi molto avanzati anche il trapianto di midollo osseo.

    Per quanto riguarda la possibilità di utilizzare l’ossigenoterapia iperbarica, posso dirle che non abbiamo esperienza in merito e non esistono evidenze cliniche che ne giustifichino l’impiego per questa patologia.
    La terapia con l’ossigeno iperbarico è senz’altro utile in molti casi di ulcere cutanee, in quanto favorisce i processi di riparazione tessutale, ma nel caso delle ulcere di tipo neoplastico è imprescindibile rimuovere la causa che origina la lesione, cioè curare il tumore.

    Resto disponibile per eventuali chiarimenti e tanti auguri a suo fratello.

    Dott.ssa Nadia Franchini

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi