Un problema al ginocchio bloccava Giuseppe ma grazie alla terapie iperbarica le sue ferie sono salve!

Giuseppe è un infermiere di un reparto di ortopedia per cui le ossa le conosce molto bene!

Soffre di lombosciatalgia,  un dolore che si estende dalla zona dei reni alla muscolatura del gluteo e alla coscia, discendendo fino alla punta del primo e secondo dito del piede con formicolii e bruciore, oltre a un senso generale di debolezza e intorpidimento. Questo disturbo lo ha colpito già da un po’ di tempo ma inizia a preoccuparsi per il problema solo a fine febbraio quando ha un improvviso cedimento del ginocchio sinistro con un dolore molto forte.

Giuseppe EspositoInizialmente si pensa che sia tutta colpa del rachide, cioè la colonna vertebrale, ma trattamenti specifici non portano nessun miglioramento. Il medico a cui si rivolge gli prescrive addirittura l’uso di corticosteroidi, farmaci anti infiammatori a base di steroidi molto potenti e che devono essere utilizzati con cautela.

Il dolore non accenna a diminuire e la funzionalità della gamba è sempre più condizionata, tanto da provocare dei problemi anche al lavoro, così Giuseppe decide di fare una risonanza magnetica: lavorando nel reparto di ortopedia sa bene che con questo tipo di esame potrà finalmente capire che cosa gli sta succedendo.

L’esame evidenzia un quadro di “edema della spongiosa tibiale del ginocchio sinistro”, cioè la presenza di una sofferenza ossea nella parte più profonda dell’osso stesso che si manifesta con un accumulo di liquido che produce gonfiore.

Giuseppe porta i risultati della risonanza al suo fisioterapista che gli consiglia subito di curarsi con l’ossigenoterapia iperbarica, e dello stesso parere è anche il suo ortopedico: entrambi credono che per questo genere di problema potrà di certo trovare giovamento e stare meglio con un brave ciclo di terapia.

Così Giuseppe viene a curarsi al Centro Iperbarico di Bologna dove i medici gli prescrivono di procedere con un ciclo di  40 sedute.
Lo abbiamo incontrato qualche giorno fa appena uscito dalla sua ultima camera iperbarica: aveva un gran sorriso e ci ha subito iniziato a parlare delle sue vacanze, non ha più nessun dolore e la funzionalità dell’articolazione è tornata del tutto alla normalità.

Possiamo dire di essere davvero felici che tutto sia tornato a posto e auguriamo a Giuseppe di trascorrere delle lunghe e rilassanti ferie!



Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi