Edema cutaneo e parestesia: si tratta di PFO?

Buongiorno dottore,
sono Ludovica e durante le vacanze sono andata a fare alcune immersioni nel Mar Rosso.

Mi sono divertita tantissimo ed è stata un’esperienza indescrivibile che vorrei ripetere ma fine giornata mi sono ritrovata con un edema molto doloroso alle cosce e alle braccia con “marezzature” violacee e una parestesia che è durata di circa un’ora alla mano destra.
Per fortuna si è risolto tutto in tre quattro giorni ma mi sono davvero preoccupata e non vorrei dover smettere di immergermi.

Potrebbe dirmi quale potrebbe essere stato il problema e come agire per poter continuare con le immersioni?

Spero non sia una cosa grave e soprattutto di poter tornare tra quelle splendide acque tra quei pesci meravigliosi.

Grazie

 

Ludovica



Una risposta a “Edema cutaneo e parestesia: si tratta di PFO?”

  1. Ferruccio Di Donato on

    Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buongiorno Ludovica,
    mi fa sempre piacere sentire le storie di chi inizia con entusiasmo la subacquea, ma ciò che descrivi tu è un problema piuttosto serio che merita di essere indagato in maniera approfondita.

    Da ciò che scrivi sembra che si tratti di una MDD cutanea, ma per una valutazione attendibile sono necessari altri dati sull’accaduto.
    Innanzitutto sarebbe molto utile vedere l’edema e le marezzature, quindi se avessi fatto una foto ti invito a mandarmela.
    Poi occorre conoscere il numero delle immersioni effettuate e i profili seguiti; infine è importante procedere con una visita per individuare eventuali fattori di rischio individuali.

    Vorrei anche sapere se ti è stato somministrato ossigeno normobarico e se si, che effetto ha avuto.

    Fare tutto via mail è un po’ complesso, pertanto se abiti a una distanza accettabile, ti invito a venire al Centro Iperbarico di Bologna per una visita.
    In ogni caso è molto importante che prima di aver ricevuto una valutazione medico – subacquea accurata tu non faccia altre immersioni, per il rischio di veder comparire nuovamente la sintomatologia.

    Rimango a tua disposizione, nella speranza di poter aiutarti a continuare il nostro meraviglioso sport.
    Ti lascio i recapiti del Centro Iperbarico di Bologna 051/6061240 – segreteria@iperbaricobologna.it, nel caso tu decida di contattarmi.

    A presto,
    Dott. Ferruccio Di Donato

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi