L’ossigenoterapia iperbarica per la cura delle piaghe da decubito con infezione

Salve dottore,

mi chiamo Federico e le scrivo per parlarle di mia sorella Alba.
Ha avuto un gravissimo incidente che l’ha fatta rimanere paraplegica ormai più di dieci anni fa. Ora vive costantemente sulla carrozzina e questo favorisce la formazione di piaghe da decubito, in particolare se ne è formata una sul gluteo sinistro del diametro di circa 3 cm.

Purtroppo si tratta di una piaga “recidiva” si era formata qualche anno fa e Alba era stata operata, un intervento di chirurgia plastica che a detta dei medici doveva farla guarire ed evitarle altri problemi in quella zona del gluteo.

Così a quanto pare non è stato, anzi, adesso è comparsa anche la febbre dovuta proprio all’infezione della piaga.
Ho letto che la terapia iperbarica viene utilizzata per questo genere di patologie della pelle, mi potrebbe spiegare se può essere adatta in questo caso, come funziona, quante sedute si devono fare…

La ringrazio a nome di entrambi.

Federico

 



Una risposta a “L’ossigenoterapia iperbarica per la cura delle piaghe da decubito con infezione”

  1. Giorgios Vertsonis on

    Risponde il Dr. Giorgios Vertsonis
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna,
    Specializzazione in Idrologia medica Università di Parma
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 14047

    Salve Federico,

    la ringrazio per averci scritto, comprendo il suo stato d’animo dopo tutti gli sforzi fatti e mi dispiace per la sofferenza di sua sorella.
    Leggendo con attenzione la sua richiesta, la prima cosa che consiglio è di avvisare immediatamente il Medico di Medicina Generale che valutando la paziente potrà adottare eventuali provvedimenti urgenti (terapia antibiotica?) per scongiurare ulteriori complicazioni. Una volte escluse eventuali urgenze, la strategia migliore è la valutazione del paziente a 360° tramite un approccio multidisciplinare, pratica consolidata presso il Centro Iperbarico di Bologna.
    Indubbiamente l’ossigenazione iperbarica dei tessuti ha un effetto antimicrobico, favorisce la formazione di nuovi vasi accelerando i tempi di cicatrizzazione e sua sorella potrebbe trarre dei vantaggi.

    Una visita medica d’inquadramento ci darà la possibilità di comprendere meglio il quadro clinico, valutando anche i referti degli accertamenti già eseguiti.
    Ciò ci permetterà di individuare il piano terapeutico migliore, che oltre al ciclo di ossigenoterapia iperbarica, includerà medicazioni ad hoc in ambiente dedicato, utilizzo di presidi antidecubito personalizzati e un piano nutrizionale personalizzato.

    Se desidera affidarsi alle nostre cure, può contattare la nostra segreteria al numero 051/6061240 per fissare un appuntamento.

    Rimango a sua disposizione per qualsiasi dubbio.
    Dott. Giorgios Vertsonis

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi