Il serbatoio antincendio: perché deve essere in pressione?

La volta scorsa abbiamo vi abbiamo parlato dell’enorme serbatoio rosso antincendio che contiene ben  4000 litri di acqua e ci siamo lasciati accennando al fatto che tutta quest’acqua al suo interno è in pressione, oggi vi spieghiamo perché.

Durante una normale seduta di terapia iperbarica la camera è pressurizzata ad una pressione di 2,5 ATA. Il termine ATA sta per “atmosfere assolute” che tengono conto della pressione atmosferica (pari a un’atmosfera) più la pressione che si aggiunge in camera iperbarica (pari a 1,5 atmosfere).
Questo significa che per far entrare un elemento all’interno della camera iperbarica è necessario che questo sia pressurizzato almeno ad eguagliare la pressione all’interno.

Normalmente le camere raggiungono 2,5 ATA, ma possono arrivare a pressioni maggiori, magari per terapie specifiche o per effettuare dei test in aria come devono fare pompieri o subacquei.

Ogni camera iperbarica è testata per reggere una pressione di 1,5 ATA superiore della pressione massima; nel caso in cui questa aumenti ancora, intervengono delle speciali “valvole di sovrappressione” tarate a 6 ATA che impediscono un ulteriore aumento.

Ricapitolando, per punti:
– al Centro Iperbarico abbiamo due compressori che possono arrivare ad erogare 10,5 bar,
– la camera iperbarica è testata fino alla pressione di 7,5 ATA
all’interno della camera iperbarica non si possono superare le 6 ATA che corrispondono a 50 metri di acqua.

Da questo breve schema potete capire che in caso di emergenza incendio, per fare in modo che l’acqua possa entrare in camera iperbarica, è necessario vincere la pressione presente all’interno che sarà al massimo di 6 ATA.
Per questo motivo, il serbatoio d’acqua al suo interno ha una pressione di 10 ATA.

La differenza tra 10 e 6 ATA permette di essere sicuri di avere una portata minima di acqua all’azionamento del dispositivo antincendio, in linea con tutte le norme di legge.

La portata d’acqua del nostro sistema è davvero impressionante, pensato che la vostra vasca da bagno si riempirebbe in qualche secondo!

La pressione all’interno del serbatoio antincendio è mantenuta costante da 3 bombole da 50 litri cariche di aria medicale a 200 ATA che attraverso un riduttore di pressione mantengono costanti le 10 ATA al suo interno.

valvola_sicurezza bombole_ariamedicale

Infine c’è una valvola di sovrappressione anche lungo la linea che porta l’aria dalle bombole al serbatoio che serve a prevenire eventuali innalzamenti anomali di pressione al suo interno e non trovarci allagati il locale delle camere iperbariche!

valvola_sovrappressione
La prossima volta parleremo del tragitto che l’acqua del serbatoio antincendio deve fare per arrivare alla camera iperbarica.



Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi