Barotrauma interno non guarito da 4-5 mesi, per il batterista Federico è una situazione davvero insostenibile

Signore e signori dottori,

sono vittima ahimè della mala medicina, greca ed italiana poi!
I primi di agosto ho subito un barotrauma interno in discesa subacquea con danno riscontrato del 15% sull’udito dell orecchio sx erroneamente comparato inoltre al dx che era già danneggiato in precedenza data la deviazione del setto relativo.
Hanno provato a curarmi, sotto il consiglio di un otorino della regione nella quale ero in vacanza, con semplici compresse di cortisone in dose da scalare per un ciclo totale di 9 giorni accostato all’assunzione, di supporto ai miei sintomi, di una sorta di Vertisec, lì denominato Ribrain.
Tornato in città dopo quasi un mese e dopo aver seguito minuziosamente le cure che sono seguite poi per altri 10 giorni, mi sono diretto da un altro otorino.
Questi, direi con simil superficialità ma apparente professionalità (forte della sua nomea in campo chirurgico), ha scelto di prescrivermi altro cortisone per pochi giorni e una cura di 3 mesi, (ancora in atto) nella quale alternare Areosol-Immunotrofina-Aerius-spray nasale.

Ecco, mi ritrovo tutt’ora con: pressione interna sfasata, continua sensazione stordente di Fullness, rumori nell’orecchio interno durante respirazione profonda e/o deglutizione e risvolti letargici! 
Ho provato ad ”abituarmi”, non lasciando spazio alle suggestioni, ma credetemi non riesco è troppo per un orecchio sensibile come il mio (fra l’altro succube di otiti da bambino).

Ebbene signori dottori, l’ironia della sorte ha voluto che ciò capitasse ad una persona che lavora con la musica (batterista in particolar modo) la quale non riesce più a far nulla nella propria esistenza ritrovandosi con percezioni di ciò che lo circonda sfasate/distorte, dal suono alla voce della gente…sono bloccato.

Ho la concentrazione pari ad un pesce rosso, non riesco nemmeno a preparare esami per la Laurea che cerco da un po’ di ultimare, per non parlare del sociale..

Potreste aiutarmi ? Vi è rimedio ?

Vostro, Federico



Una risposta a “Barotrauma interno non guarito da 4-5 mesi, per il batterista Federico è una situazione davvero insostenibile”

  1. Ferruccio Di Donato on

    Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buongiorno Federico,
    mi spiace per l’accaduto e mi spiace che il tempo trascorso renda assai incerta la prognosi.

    La terapia cortisonica prescritta era adeguata, ma come spesso accade i problemi non si sono risolti.
    Se si conferma la diagnosi di ipoacusia improvvisa da barotrauma dell’orecchio interno, l’ossigenoterapia iperbarica è indicata e di norma efficace a migliorare la sintomatologia.

    Purtroppo, però, si tratta di una terapia della fase acuta e un trattamento tardivo ha assai minori probabilità di successo.

    Per dirle di più dovrei visitarla e prendere visione della documentazione sanitaria in suo possesso.

    Rimango a sua disposizione per ulteriori informazioni al numero della segreteria del Centro Iperbarico 051/6061240.

    Cordiali saluti e auguri
    Dott. Ferruccio Di Donato

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi