Ipoacusia neurosensoriale: l’ossigenoterapia iperbarica può aiutare il figlio di Antonella?

Sono la madre di un ragazzo di 25 anni che dall’età di circa 7 anni ha dato degni di ipoacusia confermata dagli esami fatti (ipoacusia neurosensoriale).

Fino a circa 4/5 mesi fa il deficit era ben tollerato, mio figlio si è laureato in fisica e non ha mai avuto problemi a seguire le lezioni, negli ultimi tempi invece sente con molta difficoltà soprattutto nei luoghi affollati.

Chiedo potrebbe aver giovamento con la terapia iperbarica?

Grazie per l’attenzione

 

Antonella

 

 

 

 

 



Una risposta a “Ipoacusia neurosensoriale: l’ossigenoterapia iperbarica può aiutare il figlio di Antonella?”

  1. Ferruccio Di Donato on

    Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buongiorno Antonella,
    da ciò che mi dice, capisco che suo figlio è portatore di ipoacusia neurosensoriale dall’età di 7 anni, ma che questo problema non interferiva con la sua capacità di udire i suoni della vita sociale, tant’è che non ha avuto problemi a conseguire una laurea.
    Da circa 4 o 5 mesi il problema si è aggravato e il ragazzo sente con difficoltà e tollera male i luoghi rumorosi e affollati.
    Non mi dice se il problema è di un solo orecchio o di entrambi: la cosa cambia la gravità del quadro ma non l’atteggiamento per la diagnosi e la terapia.

    Il quadro descritto fa certamente pensare a un peggioramento dell’udito ma non fornisce inidcazioni sulla causa di questo.
    Potremmo trovarci di fronte a un aggravamento dell’ipoacusia neurosensoriale, oppure potrebbe trattarsi di un problema a carico dell’orecchio medio o esterno, quindi trasmissivo e di minore gravità.

    La prima cosa da fare è una visita specialistica otorinolaringoiatrica per formulare una diagnosi precisa riguardo la causa dell’aggravamento dell’ipoacusia: se non l’avesse già fatta suggerisco a suo figlio di farla il prima possibile.

    Se si dovesse trattare di un problema trasmissivo l’otorino potrà diagnosticarlo e curarlo con successo; se si trattasse, invece, di un aggravamento dell’ipoacusia neurosensoriale, la prognosi sarebbe meno scontata e l’ossigeno terapia iperbarica potrebbe trovare indicazione per favorire il recupero del nuovo deficit neurosensoriale.

    Al Centro Iperbarico di Bologna è attivo un ambulatorio di otorinolaringoiatria, il medico responsabile, dott. Pierluigi Bosi visita il giovedì mattina su appuntamento, se avesse bisogno di prenotare può contattare direttamente la nostra segreteria al numero 051 6061240

    Saluti
    Dott. Ferruccio Di Donato

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi