fbpx

Infezione a un orecchio: è un incidente da immersione?

Salve, vi scrivo per chiedervi gentilmente una consulenza su un evento che mi è accaduto. Sono un operatore di ripresa subacquea e istruttore in stato attivo.

Verso la fine dello scorso agosto, lavorando per un diving center in Calabria, ho avuto un problema alle orecchie dopo un’immersione tecnica ripetitiva. 

Cerco di essere sintetico nello spiegarvi le dinamiche: 

– 2 immersioni nella stessa mattinata, entrambe in aria con decompressione accellerata, in un periodo (alta stagione) nel quale ovviamente svolgevo molte immersioni al giorno. 

– La decompressione della prima immersione, profondità massima circa 60 mt, è avvenuta con EAN50. 

– La decompressione della seconda immersione, avvenuta dopo un intervallo di superficie di circa 1 ora e mezza e con una profondità massima di 50 mt, la ho svolta con EAN50 e O2. 

– In entrambe le immersioni non ho avuto evidenti problemi di barotrauma. 

Uscendo da riva dalla seconda immersione, con bibo e decompressive al seguito, sono inciampato a terra e cadendo ho fatto un grande sforzo per non sbattere di faccia e successivamente per rialzarmi.
Dopo non molto ho iniziato a sentirmi poco bene (sensazione di mancamento, occhi doloranti, fiacca, vista appannata) e mi sono sdraiato per respirare O2 medicale, continuando a bere molta acqua. Dopo questo trattamento, ripetuto due volte nell’arco delle ore successive, mi sono nuovamente sentito bene, ultimo sintomo rimasto la sola stanchezza. Nei 3 giorni successivi non ho svolto immersioni, pur sentendomi bene.

L’inconveniente è stato che lo stesso giorno ho iniziato a sentire male da un orecchio, sensazione di ovattamento, percezione di suoni lontani e a volte gracchianti. I giorni successivi la situazione è andata migliorando, pur rimanendo basso l’udito e presente la sensazione di attutimento dei suoni.

Ho ripreso a fare immersioni gradualmente e verificando di non aver problemi di compensazione ho sottovalutato la cosa e continuato nella mia attività, pensando ad un parziale tappo di cerume. 

Ora che ho finito la stagione e il problema non è completamente risolto, avendo rallentato molto il ritmo delle immersioni e continuando a pensare ad un tappo di cerume nelle orecchie ho fatto una visita da un otorino generico. Il tappo non c’era e l’otorino mi ha sottoposto ad un esame audio-vestibolare e ad un esame impedenzometrico. Di questi esami potrei allegarvi copia.

L’otorino mi ha diagnosticato un’infezione con “Curva di tipo C a sinistra” , mi sono state prescritte delle medicine che sto assumendo da due settimane e mezzo.

Ora, informandomi meglio, sto ipotizzando di aver avuto una sindrome da assorbimento di O2 nell’orecchio medio. Ho fatto qualche altra immersione e continuo a non aver problemi di compensazione, e l’abbassamento dell’udito va comunque migliorando.

Credete sia necessaria un’ulteriore visita da un otorino iperbarico? Pensate debba interrompere completamente le immersioni fino a risoluzione del problema e che le medicine che mi sono state prescritte siano adatte?

Purtroppo, come vi scrivevo, ho sottovalutato la questione ma vorrei cercare di non rimandare ulteriormente. 

Grazie per la vostra consulenza e il prezioso lavoro che costantemente portate avanti.

Marco

Una replica a “Infezione a un orecchio: è un incidente da immersione?”

  1. Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buon giorno Marco,
    da ciò che mi scrivi, non sembrerebbe che il problema dell’orecchio sinistro sia legato all’incidente decompressivo.

    Infatti, la diagnosi dell’otorino, infezione dell’orecchio (medio) con timpanogramma tipo C, lascia pochi dubbi di interpretazione.

    Ciò che avrebbe potuto indurre il sospetto della concomitanza di malattia da decompressione oto vestibolare sarebbe stato trovare un’ipoacusia neurosensoriale, in assenza di segni di infiammazione e/o infezione dell’orecchio medio.

    Al momento, ciò che devi fare è seguire la cura che il Medico ORL ti ha prescritto e tornare a controllo al termine, per accertare che il problema si sia risolto.

    Nel frattempo, dovrai astenerti dal fare immersioni!

    Ma non sarà una pausa molto lunga; e dopo un’estate molto lunga e intensa, un po’ di meritato riposo non potrà che giovarti.

    Per ogni altro eventuale dubbio non esitare a contattarmi.

    Saluti
    Ferruccio Di Donato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi