Distorsione del suono: Eugenio chiede un consiglio

Gentile Dott. Di Donato,
di professione sono pianista.
Da alcuni anni mi sono accorto di percepire l’altezza dei suoni, nell’ambito di una “ottava” acuta, ad una “terza minore” più  alta.

Le chiedo se secondo Lei è un fenomeno risolvibile ed eventualmente in quale modo?
La ringrazio anticipatamente per la risposta.

Eugenio

 



Una risposta a “Distorsione del suono: Eugenio chiede un consiglio”

  1. Ferruccio Di Donato on

    Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buon giorno sig. Eugenio,
    mi spiace per l’inconveniente di cui riferisce ma, purtroppo, non posso esserle d’aiuto, non avendo io sufficiente competenza in materia.
    Ciò che posso dirle è che il suo disturbo dovrebbe essere valutato in ambiente specialistico audiologico come distorsione sonora, effettuando tutti gli accertamenti del caso.

    Se le fosse comodo farsi valutare a Bologna, le consiglio di cercare il dott. Cavazzuti dell’Otorinolaringoiatria dell’ Ospedale Maggiore, col quale mi sono consultato riguardo al suo caso.

    Allorquando avesse ottenuto un soddisfacente inquadramento diagnostico, le chiedo se fosse così gentile di darmene notizia anche attraverso comunicazione privata.

    Saluti,
    Ferruccio Di Donato

    Rispondi

Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi