Intossicazione da monossido di carbonio: come si verifica?

Con l’arrivo dei primi freddi e l’inverno sempre più vicino si sente, sempre più frequentemente, di casi di intossicazione da monossido di carbonio.

Gli incidenti di questo tipo si verificano principalmente perché si accendono stufette e fiamme libere in ambienti dove non c’è ricambio d’aria: quando la fiamma ha consumato tutto l’ossigeno presente nella stanza, la fiamma inizia a produrre monossido di carbonio.

Pericolo_CO1La maggior parte delle intossicazioni si verifica in casa, a causa del malfunzionamento dei sistemi di riscaldamento domestico (incendi, caldaie, caminetti a legna o a carbone e caldaie a cherosene), o per la ventilazione non adeguata delle automobili.

Ma cosa è il monossido di carbonio? È un gas velenoso, inodore, incolore e insapore e non da segno di sé, viene respirato senza accorgersene.

 Le cause possono essere le più disparate, una caldaia a gas mal funzionante, fiamme libere in ambienti chiusi ecc.

Come mai è così pericoloso per la nostra persona?
Il monossido di carbonio attacca i globuli rossi presenti nel nostro organismo, i quali sono i responsabili della circolazione dell’ossigeno nel corpo.

Il legame fra emoglobina e ossido di carbonio è molto forte e quando non è più disponibile ossigeno per gli organi, e le cellule sono “asfissiate”, si presentano le prime sofferenze come il mal di testa, la nausea le vertigini e la sonnolenza.

In caso di intossicazione da monossido di carbonio l’ossigenoterapia iperbarica è un vero salva vita: i pazienti vengono sottoposti d’urgenza a un ciclo di sedute.

Infatti il primo trattamento a carico dei primi soccorsi sarà la somministrazione di ossigeno normobarico, ciò ossigeno a pressione ambiente, ma la terapia definitiva per l’intossicazione è l’ossigenoterapia iperbarica.

Per un approfondimento sul tema vi invitiamo a leggere questo articolo completo di biografia.



Rispondi

  • (will not be published)

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi