Indicazioni terapeutiche

 

L’ossigenoterapia iperbarica viene prescritta dai medici per diverse patologie. Nei casi di intossicazione da monossido di carbonio, di malattia da decompressione (MDD) ed embolia gassosa arteriosa (EGA), la prescrizione è obbligatoria perché per queste patologie l’OTI è ritenuta un “salvavita”.

L’elenco completo delle patologie trattabili in ambiente iperbarico è stato stilato dalla SIMSI (Società Italiana di Medicina Subacquea ed Iperbarica ) e recepito dal Ministero della Sanità, mentre altre sono state recepite dalla Regione Emilia – Romagna.

 

Oggi l’OTI può essere prescritta alle persone che soffrono delle seguenti patologie:

Vi sono poi alcune patologie che non sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale perché ancora in fase di studio.
In questi casi l’ossigenoterapia iperbarica può essere svolta con la prescrizione del medico iperbarico accedendo al servizio come paziente privato a pagamento.

Questo interessa i pazienti affetti da:

  • retinopatia diabetica e pigmentosa;
  • ulcere cutanee croniche non ischemiche;
  • maculopatie degenerative;
  • sindrome di Ménière;
  • cefalea a grappolo;
  • paradontopatia.

Per i pazienti residenti fuori Regione Emilia Romagna i trattamenti OTI sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale nel limite del budget disponibile secondo quanto previsto dalla Legge n°135/2012 e nell’art. 1 comma 574 della Legge n°208/2015.

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Iscriviti alla Newsletter del Centro Iperbarico di Bologna

* = campo richiesto!

Archivi