fbpx

L’ossigenoterapia può aiutare Catia per il suo problema di ulcerazioni?

Buongiorno dottoressa,
sono Catia e le scrivo da Rimini. Cinque anni fa sono stata operata di amputazione del retto e colonstomia definitiva per un adenocarcinoma. Le devo dire che mi è stato molto difficile adattarmi al “sacchetto”, anche perché ho sempre avuto una vita molto attiva: sono una sportiva e sono anche relativamente giovane (ho appena compiuto 62 anni).

Dopo alcuni anni mi sono adattata a questa nuova condizione anche perché mi dico che, dopotutto, le conseguenze di questa malattia potevano essere ben peggiori.
Da un po’ di mesi però, attorno alla stomia si sono formate 2 piccolissime ulcerazioni, che non riescono a rimarginare, anche perché la placca a cui si attacca il sacchetto ci poggia sopra. Potrà sembrare un problema banale ma le assicuro che mi procura notevole disagio e necessità di cambi molto più frequenti, il che non fa che limitare la mia già un po’ compromessa autonomia.

Pensa possa essere indicata una visita presso il vostro Centro per una eventuale terapia?

Grazie e cordiali saluti.

 

Catia

Una replica a “L’ossigenoterapia può aiutare Catia per il suo problema di ulcerazioni?”

  1. Risponde la dott. Nadia Franchini,
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna,
    Specializzazione in oncologia Università di Bologna
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 10362

    Buongiorno Catia,
    innanzitutto grazie per averci scritto.
    la risposta è senz’altro sì: ritengo sicuramente indicato un approccio con l’ossigenoterapia iperbarica, anche perché mi pare di avere capito che siamo in assenza di patologie concomitanti come il diabete, perciò dovrebbe essere relativamente facile potere arrivare a una cicatrizzazione delle ulcere in breve tempo. L’ossigenoterapia iperbarica favorisce infatti la produzione di collagene, ha un effetto antiinfiammatorio e contrasta le sovrainfezioni, per cui la ritengo decisamente appropriata per il suo caso, anche con un numero limitato di sedute.
    Mi consenta poi di congratularmi con lei per lo spirito con cui ha affrontato la malattia, che è sempre un ottimo presupposto per riprendere in mano la propria vita.
    Spero di incontrarla presto al nostro Centro.

    Cordiali saluti.
    Dott.ssa Nadia Franchini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi