fbpx

Acufene da 9 mesi: è ancora in tempo per la camera iperbarica?

Buongiorno dottori, 
soffro di acufene bilaterale da circa 9 mesi

Dalle visite fatte mi è stata diagnosticata una rinite derivante da una deviazione del setto nasale dall’esame audiometrico l’udito sembra  essere nella norma.

Solitamente l’acufene si intensifica con il cambio del tempo. Chiedo a voi se fare camera iperbarica potrebbe essere utile a risolvere il problema.

Grazie, 
Alessandro

 

 

Una replica a “Acufene da 9 mesi: è ancora in tempo per la camera iperbarica?”

  1. Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buon giorno Alessandro,
    mi scrivi che soffri di un acufene bilaterale insorto circa 9 mesi fa; sarebbe interessante sapere in quali circostanze è comparso l’acufene.

    La rinite e la deviazione del setto nasale, non hanno, di norma, correlazione con gli acufeni, quindi la causa scatenante dovrebbe essere ricercata altrove.

    Se la valutazione audiologica, esclude la presenza di fattori flogistici o meccanici nella genesi dell’acufene, come la presenza di tappi di cerume o tubariti con disventilazione dell’orecchio e imputa l’acufene a sofferenza della coclea, allora, l’ossigeno terapia iperbarica potrebbe essere tentata, anche se il tempo trascorso dall’esordio non induce ottimismo riguardo al buon esito del trattamento.

    Se credi di scrivermi qualche informazione in più sul tuo caso, sarò lieto di considerarle e risponderti; altrimenti, puoi telefonare al Centro Iperbarico per un colloquio diretto.

    Saluti
    Ferruccio Di Donato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi