fbpx

Come si prepara il personale medico\infermieristico a fare “l’operatore interno” ovvero il sanitario che assiste i pazienti dentro alla camera iperbarica?

Qui al Centro Iperbarico lavorano molti medici ed infermieri, personale sanitario specializzato ed esperto in tutte le patologie che curiamo. Ma la mansione specifica dei sanitari che lavorano in un Centro Iperbarico è quella di gestire con professionalità l’accesso all’ambiente pressurizzato, cioè saper lavorare all’interno della camera iperbarica per assistere i pazienti in terapia.

Per questo motivo, al Centro Iperbarico di Bologna ogni medico o infermiere riceve una formazione specifica come “operatore interno” che gli consenta di lavorare senza esitazioni all’interno della camera iperbarica.

camera iperbarica bolognaL’obiettivo della formazione è conoscere tutto ciò che riguarda l’iperbarismo e acquisire le informazioni necessarie a salvaguardare se stessi e i pazienti nelle fasi in cui la pressione dell’ambiente varia: la compressione e la decompressione.

In questo modo sarà possibile offrire l’assistenza necessaria ai pazienti in iperbarismo durante le sedute di terapia iperbarica.

Ma come si svolge il corso e quali sono i passi per poter acquisire il titolo di “operatore interno camera”?

Prima di tutto, è necessario accertare l’idoneità clinica all’iperbarismo dei candidati, per escludere la presenza di condizioni patologiche o parafisiologiche che possano essere aggravate dalle variazioni della pressione ambiente o dalla permanenza in ambiente confinato.

In particolare, sarà necessario escludere la presenza di problemi dell’apparato uditivo che possano interferire con la compensazione dell’orecchio, patologie dell’apparato respiratorio come l’asma bronchiale grave e la claustrofobia.

Una volta accertata l’idoneità, il candidato può iniziare la formazione teorica che riguarda la fisiopatologia dell’iperbarismo, con particolare riguardo alla compensazione dell’orecchio e alla prevenzione della patologia barotraumatica. Inoltre, vengono affrontati i temi della farmacocinetica e della farmacodinamica dei gas respirati in iperbarismo, come vengono assorbiti dall’organismo e tutti gli effetti chimici e farmacologici relativi alla loro respirazione.

Infine, viene presentato l’impianto iperbarico, per fornire una conoscenza completa dello strumento nel quale il corsista lavorerà e delle norme di sicurezza.

La terza parte della formazione è quella pratica, che si svolge in tre step:

  • Condivisione del mansionario dell’operatore interno camera e delle interazioni con il Medico iperbarico responsabile del trattamento, con il Tecnico Iperbarico, incaricato delle manovre di compressione e decompressione e responsabile della manutenzione dell’intero impianto e con il personale infermieristico, che coordina il “reparto” di ossigeno terapia iperbarica.
  • Affiancamento con la Coordinatrice infermieristica per conoscere il “reparto” di ossigeno terapia iperbarica e l’organizzazione di cui si entrerà a fare parte.
  • Affiancamento all’operatore interno camera (tutor) per un minimo di 5 sedute e comunque fino a quando la Coordinatrice infermieristica non avrà accertato il raggiungimento di una sufficiente autonomia operativa.

Solo al termine di questo percorso il medico o l’infermiere sarà pronto ad entrare in camera iperbarica per assistere le persone che scelgono di curarsi al Centro Iperbarico di Bologna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi