fbpx

Acufene a seguito di un’esposizione a forti rumori

Gentile Dr. Di Donato,
mi chiamo Ludovico e sono un ragazzo di 25 anni. In seguito ad esposizione a suoni di forte intensità la sera del 31 dicembre, si è verificata l’insorgenza di acufene all’orecchio sinistro.

Il giorno 4 gennaio mi sono recato da un medico specialista in otorinolaringoiatra che mi ha prescritto del cortisone per circa 10 gg, 2 volte al giorno.
L’esame audiometrico ha rilevato normoacusia bilaterale.
Mi ha raccomandato riposo acustico e ha evidenziato che l’acufene si è ridotto rispetto al momento in cui si era verificato.

Le chiedo gentilmente se tale terapia sia adeguata e se è consigliabile o necessaria anche una terapia di camera iperbarica.

La ringrazio anticipatamente per la sua risposta. 

Una replica a “Acufene a seguito di un’esposizione a forti rumori”

  1. Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buongiorno Ludovico,
    purtroppo, hai verificato a tue spese come un trauma acustico possa condurre a problemi piuttosto fastidiosi e non sempre reversibili, anche se, per fortuna, nel tuo caso non è stato danneggiato l’udito.

    La cura fatta in fase acuta con il cortisone è adeguata (non mi scrivi i dosaggi utilizzati, ma suppongo che si trattasse delle cp da 1 mg).
    Il fatto che l’acufene stia migliorando è un dato senz’altro positivo, ma non è possibile prevedere se svanirà completamente o se si stabilizzerà nella condizione attuale.

    Riguardo all’ossigeno terapia iperbarica, occorre sapere che può avere un ruolo per trattare l’acufene da trauma acustico, in fase acuta o sub acuta, mentre quando il problema si fosse cronicizzato, non dovremmo attenderci benefici sostanziali dal trattamento.

    Il timing per il trattamento OTI è il medesimo utilizzato per la sordità improvvisa, ovvero possibile entro 3 mesi, ma meglio se fatta nelle prime due settimane dall’esordio.

    Non esitare a contattarmi per eventuali altri chiarimenti.
    Saluti
    Ferruccio Di Donato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi