fbpx

Terapia iperbarica in compresenza di una patologia oculare: ci sono rischi o controindicazioni?

Gentile dottore,
a causa di una sordità improvvisa, per probabile barotrauma, mi è stata prescritto dall’audiologo un ciclo di 8 sedute di camera iperbarica.

Tuttavia, essendo al momento in cura per una occlusione venosa retinica temporale superiore dell’occhio destro, con iniezioni intravitreali, Le chiedo se la camera iperbarica può essere dannosa rispetto questa patologia oculare.

Le risposte che ho ricevuto sin qui sono state tutte molto evasive e, in ogni caso, all’insegna della volontà di non assumere alcuna responsabilità.
La ringrazio vivamente.
Cordiali saluti,
Giuseppe

Una replica a “Terapia iperbarica in compresenza di una patologia oculare: ci sono rischi o controindicazioni?”

  1. Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Salve Giuseppe,
    da ciò che mi scrive, capisco che stia vivendo un periodo di difficoltà, avendo avuto a breve distanza di tempo un’occlusione venosa retinica e un’ipoacusia improvvisa.
    L’ossigenoterapia iperbarica non è controindicata in presenza di occlusione venosa retinica, nemmeno in associazione alle iniezioni intraviterali.
    Aggiungerei, anzi, che la terapia in camera iperbarica potrebbe contribuire al successo della terapia iniettiva, poiché, l’ossigeno iperbarico ha un potente effetto antiedemigeno e contribuisce a contrastare l’edema maculare che probabilmente avrà seguito l’occlusione venosa.

    Qualora avesse necessità di ulteriori informazioni non esiti a contattarci scrivendo a info@iperbaricobologna.it
    Saluti
    Ferruccio Di Donato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi