fbpx

Osteomielite: l’infezione delle ossa che si cura anche con la terapia iperbarica!

Che cosa è l’osteomielite?

Qui sul blog ne abbiamo sentito parlare spesso, in particolare quando trattiamo il tema delle ferite difficili.
L’osteomielite è un’infezione dell’osso, oppure della sula cavità midollare, che può essere causata da batteri, micobatteri e/o funghi. Questa infezione può rimanere localizzata sull’osso oppure contagiare anche i tessuti vicini.

osteomielite-centro-iperbarico-bolognaLe nostre ossa sono composte da due parti, una esterna che è più compatta e una interna, più morbida, costituita da un tessuto spugnoso.
Quando un osso si infetta, la parte morbida che è situata all’interno, si gonfia e va a fare pressione sulla parte esterna, comprimendo i vasi sanguigni e riducendo l’apporto di sangue in quella zona.

Cosa succede quando diminuisce l’apporto di sangue? Alcune parti dell’osso potrebbero morire, perchè il sangue – e quindi l’ossigeno trasportato dal sangue, gli antibiotici e tutte le difese – non riescono a raggiungere le zone compromesse.

Come si contrae un’osteomielite? Quali sono le cause?

Le cause possono essere diverse: i batteri che sono responsabili di questa infezione, aggrediscono le ossa e il midollo, causando arrossamento e gonfiore, accompagnati da forte dolore e dalla comparsa della febbre. Le nostre ossa solitamente sono ben protette dalle infezioni, ma possono comunque infettarsi attraverso diversi modi:
– attraverso traumi, fratture molto complesse ed esposte (che rimangono aperte), oggetti che perforano l’osso, ferite aperte
– attraverso il sangue che porta i batteri da un’altra parte del corpo, fino alle ossa,
– infezioni attraverso articolazioni artificiali, naturali o tessuti molli.
La maggior parte delle osteomieliti deriva da traumi, corpi estranei o fratture esposte, oppure da infezioni dei tessuti molli vicini, come le ulcere causate dalla cattiva circolazione o dal diabete.

Come viene diagnosticata e qual è il percorso di cura?

La diagnosi dell’osteomielite solitamente è di tipo strumentale, ovvero si accerta attraverso esami del sangue, radiografie, risonanze magnetiche e scintigrafie ossee. Gli antibiotici risultano il trattamento primario e più efficace nel caso di osteomielite. Si ricorre all’intervento chirurgico quando alcuni tessuti sono andati incontro a necrosi e quindi è necessario asportarli chirurgicamente.

Qual è il ruolo dell’Ossigenoterapia Iperbarica?

L’ossigenoterapia iperbarica è estremamente utile nel trattamento dell’osteomielite, ha infatti uno scopo coadiuvante, ovvero aumenta la capacità e l’efficacia della terapia antibiotica.

Infatti attraverso l’OTI (Ossigenoterapia iperbarica), ovvero la respirazione di ossigeno puro o miscele all’interno della camera iperbarica, viene potenziata la funzionalità degli antibiotici e aumenta le difese del paziente.

L’OTI ha effetti benefici sul corpo come l’azione antibatterica e antinfiammatoria, inoltre stimola la formazione di nuovi vasi sanguigni favorendo l’arrivo di ossigeno e nutrienti in maniera maggiore all’osso colpito (cioè in quelle aree difficoltose da raggiungere quando la parte interna dell’osso si gonfia), e l’attività degli osteoclasti, cioè quelle cellule specializzate nella rigenerazione dell’osso, che aiutano nella separazione dalle aree infette.

Qui al Centro Iperbarico di Bologna abbiamo seguito e curato molti pazienti che soffrivano a causa di infezioni ossee e che ora hanno ripreso le loro vite, senza dolore e complicazioni!

Se pensi che l’ossigenoterapia possa essere utile per la tua patologia, prenota una visita con i nostri medici!
Vuoi saperne di più?
Fai una domanda alla Staff del Centro Iperbarico Bologna

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi