fbpx

Possibile Ostocondrite: è curabile con l’ossigenoterapia iperbarica?

Gentili Dottori, vi scrivo perché vorrei sapere se la mia patologia – una probabile osteocondrite –  rientra fra le malattie curabili con l’ossigenoterapia iperbarica e se è sovvenzionata dal Sistema Sanitario Nazionale.

Riporto qui l’esito della Risonanza Magnetica (RM) senza mezzo di contrasto, effettuata al ginocchio sinistro:
“Regolare congruenza dei capi articolari sul piano frontale con ampiezza della rima articolare mantenuta a livello bicompartimentale ed osteofitosi degenerativa dei margini delle superfici articolari.
Evidente versamento intrarticolare ed in particolare a livello del recesso prerotuleo e dello sfondato sottoquadricipitale. Voluminosa cisti del cavo popliteo.
Frattura di 3° grado del corno posteriore del menisco mediale nell’ambito di un’estesa area di degenerazione della fibro-cartilagine meniscale. Nulla al menisco esterno. Nella norma i legamenti del pivot centrale, i collaterali, le strutture tendinee. La rotula è regolarmente centrata con alari normalmente rappresentati. Le superfici articolari della femoro-tibiale – i piatti tibiali ed il mediale in particolare – sono interessati da un quadro avanzato di condropatia con piccolo focolaio di osteocondrite in corrispondenza del margine anteriore del piatto tibiale mediale”.

Vi ringrazio per la vostra attenzione.
Un cordiale saluto,
Lucia

Una replica a “Possibile Ostocondrite: è curabile con l’ossigenoterapia iperbarica?”

  1. Risponde il dott. Luigi Santarella,
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna,
    Master di II° livello in Medicina Subacquea ed Iperbarica
    Ordine Dei Medici di Ravenna N° 3151

    Buongiorno Lucia e grazie della stima ed attenzione.
    Risulta sempre difficile inquadrare il caso clinico solo da un referto di RM, sarebbe importante sapere quanto questa problematica le induca dolore e visionare il dischetto dell’RM.
    Il quadro specifico poi va inquadrato nelle sue condizioni fisiche (per esempio: altre patologie, farmaci in corso, pregressi traumi, attività usurante, difetti posturali).

    In generale sembrerebbe presente un piccolo focolaio di osteocondrite come probabile conseguenza al danno meniscale presente.

    Questo focolaio, che coinvolge oltre che le cartilagini anche l’osso, potrebbe essere reattivo al trattamento con Ossigeno Iperbarico (OTI) che, confermato in corso di rivalutazione, potrebbe essere erogato tramite Sistema Sanitario Nazionale SSN.

    L’OTI, infatti nei fenomeni di sofferenza ischemica dell’osso risulta infatti efficace tramite le sue azioni, antiinfiammatorie e stimolanti il metabolismo osseo.
    Il mio consiglio quindi è di fare riferimento agli specialisti che l’hanno in cura e sviluppare un percorso riabilitativo e terapeutico che, confermata la diagnosi di osteocondrite, potrebbe essere inserito a pieno titolo nelle terapie del caso.

    Qualora avesse necessità di ulteriori informazioni non esiti a contattarci scrivendo a info@iperbaricobologna.it
    Un caro saluto,
    Luigi Santarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi