fbpx

Piaghe da decubito in un paziente allettato: la terapia iperbarica può essere utile?

Gentili Dottori, vi scrivo perché mio figlio è ricoverato da febbraio in una clinica. In questo momento si trova in uno stato vegetativo, ma è completamente presente con la testa.

Al momento il problema sono delle piaghe da decubito molto accentuate che gli causano infezione e febbre e per questo motivo non è possibile nemmeno portarlo in palestra per la riabilitazione.

Volevo chiedere a voi se i trattamenti in camera iperbarica possano alleviare la sua situazione.
Grazie mille

Una replica a “Piaghe da decubito in un paziente allettato: la terapia iperbarica può essere utile?”

  1. Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buongiorno Patrizio,
    mi spiace per tuo figlio Manuel.
    Di norma, il trattamento delle lesioni da decubito si basa sullo scarico delle stesse e sulle medicazioni locali.

    La camera iperbarica potrebbe essere utilizzata eccezionalmente in casi in cui si sia ottimizzato il trattamento di base, ma ci si trovi di fronte a infezioni dell’osso o dei tessuti molli difficili da gestire.

    Per un consiglio più circostanziato, bisognerebbe avere maggiori dettagli sul caso specifico e la cosa migliore sarebbe che mi contattassero i Medici che hanno in carico Manuel.

    Qualora avesse necessità di ulteriori informazioni non esiti a contattarci scrivendo a info@iperbaricobologna.it.
    Saluti,
    Ferruccio Di Donato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi