fbpx

Simone soffre a causa di un acufene e chiede un consiglio

Spett.le Dott. Di Donato,

Mi chiamo Simone Esposito poco più di 10 anni fa ho avuto una ipoacusia improvvisa durante facevo la doccia e dell’acqua mi entrò nell’orecchio destro.

Successivamente andai all’Ospedale Maggiore dove il Dott. Cavazzuti mi mandò da lei a fare dei cicli di camera iperbarica riguadagnando successivamente quasi del tutto l’udito perso.

Nell’arco di questi ultimi 10 anni ho praticato molto movimento facendo ed insegnando fitness e negli ultimi 5 anni mi sono trasferito in Inghilterra.

Purtroppo qualche giorno fa è venuta a mancare mia nonna; questo momento per me stressante ha attualmente intensificato gli acufeni che ho nell’orecchio opposto (sinistro). In genere ci convivo e non ci faccio caso più di tanto ma, in questi ultimi giorni, sta diventando difficile essendo parecchio agitato.

Possono delle sedute di camera iperbarica servirmi per riprestinare un equilibrio? Come posso fare? Sarei inoltre interessato a saperne di più anche del programma sull’alimentazione.

Ringraziandola in anticipo, 

Cordiali saluti, 

Simone Esposito

Una replica a “Simone soffre a causa di un acufene e chiede un consiglio”

  1. Risponde il Direttore Sanitario del Centro Iperbarico di Bologna, dott. Ferruccio Di Donato
    Laurea in Medicina e Chirurgia Università di Bologna
    Specializzazione in Medicina del Nuoto e delle attività subacquee – istituto di fisiologia umana Università di Chieti
    Ordine Dei Medici di Bologna N° 11812

    Buongiorno Simone,
    benché l’intensificazione dell’acufene possa essere conseguenza del momento di stress che sta vivendo, il problema deve essere affrontato senza indugi.
    La prima cosa da fare sarà una visita otorinolaringoiatrica, poi, in base all’esito, si valuterà una possibile terapia.
    L’ossigenoterapia iperbarica potrebbe essere utilizzata nel caso ci si trovasse di fronte a un improvviso aumento dell’intensità dell’acufene ad origine cocleare, associato o meno a calo di udito, senza altra causa identificabile.
    In questo caso, se si pensasse all’ossigenoterapia iperbarica, sarebbe opportuno iniziarla non oltre un mese dall’esordio dell’acufene.
    Qualora avesse necessità di ulteriori informazioni non esiti a contattarci scrivendo a info@iperbaricobologna.it.
    Saluti,
    Ferruccio Di Donato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook

Il Centro Iperbarico di Bologna è convenzionato con DAN Europe

Archivi